I soliti e immediati dintorni possono all’improvviso
mostrarci profondità inaspettate
e farci scoprire aspetti poetici o ignoti del mondo,
degli altri e di noi stessi.
Senza bisogno di andare lontano e cercare stranezze e sorprese,
in un’immagine
presa e condivisa con un cellulare
il familiare può diventare meraviglioso o inquietante,
il banale apparirci più bello, o più brutto,
farci sorridere o arrabbiare, o farci pensare.
Lo straordinario può svelare o stravolgere
l’ordinario in cui viviamo,

può illuminarlo e sedurci,
rafforzando la simpatia con gli altri esseri viventi e le cose,
o può metterci sotto gli occhi i lati oscuri di noi stessi,
ferendo il senso di appartenenza
a un luogo, una storia o alla natura.

Epifania instabile e bifronte,
lo straordinario è possibilità positiva o negativa dell’ordinario.

#ORDINARIOSTRAORDINARIO 2022 è la 2 edizione

del contest di UNIFEST, video festival universitario ideato

dal LABSAV con Linea d’Ombra Festival